Coordinato dall’Istituto Europeo per la salute delle donne

ISTERECTOMIA

Utero - Isterectomia Un’isterectomia e’un’operazione che serve per rimuovere l’utero. E’ un organo muscolare a forma di pera ed ha pareti molto spesse.E’ situato nella regione addominale piu’ bassa.

Quando una donna e’incinta il bambino si sviluppa all’interno dell’ utero. 
Questo produce anche il ciclo mestruale. 
Alcune isterectomie includono la rimozione delle ovaie.

Le ovaie hanno due funzioni importanti. Producono le uova che viaggiano nell’utero.
Producono gli ormoni femminili del sesso – estrogeno e progesterone.

PERCHE’ VIENE FATTA

  • Cancro dell’utero o dell’ovaia.
  • Se vi sono organi che contengono cellule cancerogene vengono rimossi per arrestare la diffusione di questa malattia.
  • Flusso abbondante durante il ciclo mestruale.

Perdite abbondanti possono essere causate da vari fattori, e’ importante che vi rechiate dal vostro medico. A seconda della diagnosi puo’ servire una terapia farmacologica o chirurgica. Potrebbe esserci un caso di emorragia interna dell’utero, in questo caso un’isterectomia puo’ salvarvi la vita.

  • Endometriosi.

L’Endometriosi e’ uno stato non cancerogeno in cui le cellule simili a a quelle del rivestimento dell’utero si sviluppano come isole fuori da esso. Questi sviluppi si presentano piu’ comunemente nelle ovaie, nelle tube di Falloppio, nella vescica, nelle viscere e in altre strutture pelviche, compresa la parete dell’utero. Queste cellule possono causare dolore e disagio, sanguinando durante il ciclo mestruale.
L’Endometriosi puo’ causare la sterilita’. Nei casi piu’ gravi l’unica cura potrebbe essere un’istrectomia.

  • Fibrosi

La Fibrosi e’un nodo del tessuto muscolare che si sviluppa dentro o fuori dalle pareti dell’utero. Non  sono cancerogene (benigno) e molte donne oltre i 35 anni che hanno sviluppato la fibrosi non accusano nessun sintomo. In alcune donne, tuttavia, la fibrosi puo causare abbondanti perdite, disagio, dolore pelvico e, occasionalmente, dolore su altri organi. Questi sintomi non sempre richiedono   un’isterectomia, molto spesso e’sufficiente seguire una cura medica. Alcune donne scelgono di non fare niente poiche’ dopo la menopausa questo nodo tende a restringersi.

  • Prolasso

Quando una donna invecchia i supporti vaginali iniziano a perdere il tono muscolare e ad incurvarsi verso il basso (prolasso). Con un prolasso la vescica e/o il retto possono essere spinti verso il basso insieme all’utero. Per la maggior parte delle donne l’incurvatura e’secondaria e non produce sintomi. Se il prolasso peggiora alcune donne avvertono una senso di pesantezza nella zona pelvica e problemi  alla vescica e/o alle funzioni delle viscere. Occasionalmente puo’ accadere che una sporgenza di uno degli organi vada a posarsi all’interno dell’apertura vaginale . Una donna deve decidere da se’ se avere un’isterectomia.

  • Cancro della cervice

I cambiamenti precancerosi nella cervice sono trovati spesso con il Pap-test.

Un cambiamento precanceroso puo’ avvenire quando il rivestimento (endometrio) dell’utero si espande in maniera eccessiva. Cio’ causa perdite irregolari e/o eccessive. Questa puo’ essere curata con una terapia ormonale. Nei casi piu’ gravi o nei casi dove la cura ormonale non ha avuto alcun effetto, questa ” crescita eccessiva ” puo’ condurre a cancro dell’utero. In questi casi, l’isterectomia sarebbe la cura piu’ adatta.

  • Dolore Pelvico

Vi sono varie cause (di dolore pelvico, basso ventre) e queste possono essere dovute all’endometriosi, alla fibrosi, a delle cisti nelle ovarie, a un’infezione oppure ad un tessuto cicatrizzato. Il dolore nella zona pelvica non e’ sempre ricollegabile all’utero. Di conseguenza e’ essenziale una diagnosi precisa prima di considerare l’eventualita’ di sottoporsi ad un’isterectomia.

BENEFICI E RISCHI

I rischi dovuti a un’isterectomia sono gli stessi di ogni altra operazione, anche se quelli chirurgici sono fra i piu’ bassi. Se si verifica un’infezione questa puo’ essere curata solitamente con degli antibiotici. Meno frequente e’ il caso nel quale le donne hanno bisogno di una trasfusione di sangue prima della chirurgia a causa dell’anemia, o durante l’operazione stessa. Oltre ai rischi chirurgici diretti possono nascere disagi fisici e psicologici, quali la depressione e la perdita di desiderio sessuale.
Se le ovaie e l’utero vengono rimossi prima della menopausa (cambiamento di vita), vi e’ un rischio maggiore di essere colpiti da malattie al cuore e osseoporosi, ma questo puo’ essere controbilanciato con l’HRT.
Nel prendere una decisione dovete tenere conto che l’isteroctomia e’ un’operazione irreversibile. Dopo un’isterectomia non si avranno piu’ cicli mestruali e non si potranno piu’ avere bambini.

TIPI DI ISTERECTOMIE

L’isterectomia significa rimozione chirurgica dell’utero, ma vi sono vari tipi.

Il tipo piu’ comune e’ l’isterectomia totale .
Un’isterectomia totale consiste nella rimozione dell’intero utero, compresa la cervice. La cervice e’ rimossa solitamente per impedire lo svilupparsi di cancro alla cervice. In questa operazione le ovaie non vengono rimosse.
Un altro tipo e’ l’isterectomia con salpingo-oophorectomy bilaterale,che consiste nella rimozione di una o entrambe le ovaie, delle tube di Falloppio e dell’utero. Questo tipo di isterectomia portera’ a uno stato immediato di menopausa.
Un’ isterectomia radicale e’ effettuata sulle donne con cancro alla cervice o endometriale che si e’ diffuso. Questa operazione consiste nella rimozione dell’utero, della cervice, della parte superiore della vagina e della maggior parte del tessuto che circonda la cervice nella cavita’ pelvica.
L’isterectomia cervicale supra rimuove l’utero ma lascia la cervice intatta. Questa viene effettuata sulle donne con un rischio minimo di sviluppare il cancro alla cervice. 

PERIODO OSPEDALIERO E RECUPERO

La degenza in ospedale media e’ di 5-7 giorni.
La durata del soggiorno dipende dal tipo di isterectomia e dal verificarsi o meno di complicazioni.
L’attivia’ normale puo’ essere ripresa solitamente dopo quattro – otto settimane.
L’attivita’ sessuale puo’ essere ripresa solitamente dop sei – otto settimane.

EFFETTI DELL’ ISTERECTOMIA

  • Effetti sessuali

Ogni persona reagisce diversamente e le reazioni sono una combinazione delle risposte emotive e fisiche. Alcune donne affermano che dopo un’isterectomia provano piu’ piacere sessuale, specialmente se hanno sofferto molto o hanno avuto molte perdite. Alcune donne affermano che ora sono piu’ tranquille perche’ non possono restare incinta. Tuttavia, altre avverono un minore piacere sessuale. Anche se le ovaie vengono rimosse, gli effetti ormonali sono egualmente presenti. La perdita delle ovaie puo’ far diminuire il desiderio sessuale della donna.
Inoltre, la perdita delle ovaie causa la siccita’ della vagina, cio’ puo’ provocare dolore durante i rapporti sessuali. In questi casi viene consigliata una terapia ormonale.

  • Effetti emotivi

Alcune donne si sentono meglio gia’ dopo un’isterectomia, ma la maggior parte si sente meglio gia’ dopo poche settimane, alcune restano depresse a lungo. Altre si sentono sollevate. Non poter avere figli, causa molti problemi sentimentali ad alcune donne. Altre si sentono diverse e hanno gia’ sofferto abbastanza.

DOMANDE DA CHIEDERE AL VOSTRO MEDICO

  • Perche’ devo subire un’isterectomia?
  • Che organo o organi saranno rimossi e perche’?
  • Le mie ovaie saranno lasciate al loro posto? Se no, perche’?
  • La mia cervice sara’ rimossa? In caso affermativo, perche’? 
  • Ci sono alternative per me oltre ad un’isterectomia?
  • Quali sono i vantaggi, i rischi ed i benefici? 
  • Quali sono gli effetti fisici di un’isterectomia?
  • E’ permanente?
  • Che cosa accadra’ alla mia figura, al mio peso, ai miei seni? 
  • Come cambiera’ la mia vita sessuale?
  • Avvertira’ un cambiamento di vita?  I sintomi della menopausa possono essere trattati?
  • Quali sono i rischi ed i benefici di tale trattamento?
  • Che cosa posso aspettarmi nell’ospedale? Esempio, procedure pre-attive, durata del soggiorno, anestesia, infezione, trasfusione, catetere urinario.
  • Di che genere di cura avra’ bisogno dopo la mia isterectomia?
  • Come devo prepararmi per tornare a casa dall’ospedale?
  • Quando posso andare di nuovo a lavoro?
  • Quando posso riprendere l’attivita’ sessuale?

TERAPIA ORMONALE

Benefici possibili

  • Riduce il rischio di malattie al cuore.
  • Arresta lo sviluppo dell’osseoporosi.
  • Migliora la qualita’ di vita alleviando il disagio causato dalla menopausa.

Molti medici ritengono che i benefici della terapia ormonale superino i rischi.

Rischi possibili

  • Con uso prolungato, puo’ aumentare il rischio di cancro al seno.
  • Si possono avvertire degli effetti secondari quali la nausea, la ritensione idrica e crampi alle gambe.

Discutete di questo con il vostro medico se siete preoccupati. 
Prima che decidiate di intraprendere la terapia ormonale, o arrestarla, dite al vostro medico se:

  • Vostra madre o vostra sorella hanno avuto il cancro al seno.
  • Se vostra madre ha sviluppato una malattia al cuore in eta’ giovanile.
  • Se vi sono o vi sono stati casi di osseoporosi nella vostra famiglia.

 

Cancom Indice | Precedente | Sezione successiva

 

Cancro al seno | Cancri delle donne | Cancro al colon | Cancri rari | Cancro alla pelle | Cancro ai polmoni | Altre utili informazioni | Statistiche

Leave a Comment